«in ragione di un deputato per ottantamila abitanti o per frazione superiore a quarantamila». — Il Senato è composto di 300 membri, nominati dai Collegi elettorali conformemente alla legge elettorale, aventi l’età di 40 anni compiuti. di Paolo Colasante. Come si vedrà, il dibattito sul numero dei parlamentari iniziò nella Seconda sottocommissione della Commissione per il progetto di Costituzione, presieduta da Umberto Terracini e incaricata di elaborare la parte del progetto relativa all’ordinamento della Repubblica, confluita poi nella Parte II della Costituzione, continuò nella Commissione per il progetto di Costituzione, presieduta da Meuccio Ruini, e si concluse, … È detto nel Progetto che ogni Regione deve avere un numero fisso di cinque senatori più un senatore per 200 mila abitanti. ITALIA - DOTTRINA La riduzione del numero dei parlamentari. Rete Solidale in difesa della Costituzione: Marina Calamo Specchia N/A Popular Committee for the No to the parliamentary cut Comitato popolare per il No al taglio dei parlamentari: Piero Pirovano iovotono.eu: 3 Reasons for the No 3 motivi per il No: Stefano D'Andrea 3-motivi-per-il-no0.webnode.it Lo pongo ai voti. Apri ricerca Intanto, la seconda Camera è eletta a base regionale. Already tagged. E noi facciamo di queste acrobazie, e noi pretendiamo di fare delle Assemblee serie che si reggano su questa base! minor (Book): 9788891422439: Books - Amazon.ca Ora, noi ci dobbiamo limitare a quanto abbiamo votato già. (19A06354) (GU Serie Generale n.240 del 12 … La Valle d’Aosta ha un solo Senatore. (19A06354) (GU Serie Generale n.240 del 12-10-2019) Finora nelle elezioni avevano avuto la base provinciale, e nella legge del 1919 prevaleva in fondo il concetto di provincia. Firmata e promulgata dal capo provvisorio dello Stato, Enrico De Nicola, la Costituzione entrò in vigore il 1° gennaio 1948. Quanto alle spese, ancora oggi non v’è giornale conservatore o reazionario che non tratti questo argomento così debole e facilone. I Senatori sono eletti per un terzo dai membri del Consiglio regionale e per due terzi a suffragio universale e diretto dagli elettori che hanno superato il venticinquesimo anno di età. Ediz. 57 Cost. «La Valle d’Aosta ha un solo senatore». La legge costituzionale 23 gennaio 2001, n. 1 ha modificato ulteriormente gli articoli 56 e 57 Cost. Ma, se si seleziona il corpo elettorale, la conseguenza che ne deriva è questa: che gli eletti della seconda Camera vengono ad essere messi al disopra di quelli della prima, considerati, ragionevolmente, un’élite. – Il Presidente Ruini avverte che la Commissione è chiamata ad esaminare il terzo comma dell’articolo relativo alla elezione della Camera dei Senatori. Il numero dei deputati è di seicentotrenta. ITALIA - DOTTRINA Participatory democracy and its dark sides . – Presidente Terracini. Il valore della Costituzione italiana. Il prossimo 20 e 21 settembre si voterà per il referendum sul taglio dei parlamentari, una misura fortemente richiesta da parte delle forze politiche e invocata a gran voce da parte della società civile. «Nitti, Rubilli, Persico, Laconi, Gullo Fausto, Quintieri Quinto, Nasi, Bozzi, Grieco, Togliatti, Cifaldi, Reale Vito, Vigna, Molè, Perrone Capano, Basile, Russo Perez, Dugoni, Colitto». La Costituzione della Repubblica italiana e la legge fondamentale e fondativa dello Stato italiano. La ripartizione dei seggi fra le Regioni, previa applicazione delle disposizioni del precedente comma, si effettua in proporzione alla popolazione delle Regioni, quale risulta dall'ultimo censimento generale, sulla base dei quozienti interi e dei più alti resti. Non so perché vi debbano essere 555 o 556 deputati; diminuitene pure il numero, se volete; l’Assemblea funzionerà lo stesso. Consulta FULL-TEXT. L’onorevole Nitti ha sollevata una questione sul numero dei membri del Parlamento, secondo il progetto. Analizziamo in dettaglio i numeri a confronto. ... 57 e 59 della Costituzione, riducendo da 630 a 400 il numero dei deputati e da 315 a 200 quello dei senatori (elettivi), oltre che da 12 ad 8 e da 6 a 4 rispettivamente i deputati e i senatori eletti nella circoscrizione Estero. Il Senato della Repubblica è eletto a base regionale. Costituzione della Repubblica Italiana. “Se nella Costituzione si stabilisse la elezione di un deputato per ogni 150 mila abitanti, ogni cittadino considererebbe questo atto di chirurgia come una manifestazione di sfiducia nell’ordinamento parlamentare. – Conti dichiara di essere nettamente contrario all’aumento del numero dei Deputati e propone anzi che l’aliquota di 100.000 abitanti sia elevata a 150.000. minor [Del Giudice, F.] on Amazon.com.au. Il Senato della Repubblica aveva approvato il ddl in seconda … è ridotto dagli attuali 630 deputati a 400 deputati di cui otto eletti nelle circoscrizioni estero (prima erano 12) mentreil numero dei senatori (art. Roma, Castel S. Angelo e il Tevere Il 20-21 settembre 2020 siamo chiamati alle urne per approvare o respingere la legge di revisione costituzionale "Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari". A chi considera il problema nella sua essenza crede non possa sfuggire l’enorme vantaggio di una riduzione del numero dei membri dell’Assemblea. Ora, a me pare che questo concetto non sia stato seguito dalla Commissione; e perciò dicevo che la Commissione ha potuto forse lasciarsi alquanto impressionare da quegli apprezzamenti cui poc’anzi accennavo, sempre se si vuol tener presente il Senato di un tempo ormai sorpassato. – Presidente Terracini. Testo definitivo del Progetto di Costituzione elaborato dalla Commissione: Art. Vedo che l’onorevole Perassi si mostra alquanto stupito, e tuttavia questa sarebbe la conseguenza. Referendum sul numero dei parlamentari 20 - 21 September 2020 Referendum popolare previsto dall’articolo 138 della Costituzione sul testo di legge costituzionale recante: «Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari», approvato dalle due Camere e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, serie generale, n. 240, del 12 ottobre 2019. Nel presente video vi parlo in breve del Referendum Confermativo, che si terrà il 20 e il 21 settembre , concernente la riduzione del numero dei parlamentari e la modifica della Costituzione, inoltre annuncio il mio voto contrario a questa riforma. L’onorevole Mortati ha detto di accettare la proposta della Commissione in cui si dice: «un senatore per duecento mila abitanti o per frazione superiore a centomila». La Costituente ha avuto 556 deputati: ma anche le Camere normali non sono state mai inferiori ai 500 Deputati e si arrivò a 535, numero massimo cui si è pervenuti in periodo normale. Intanto, se, come abbiamo detto, la Camera Alta deve essere in tutto pari per dignità e prestigio a quella dei deputati, mi pare non vi sia dubbio che uguale ne debba essere anche il numero dei componenti. Bella ragione! L’onorevole Fuschini ha proposto invece una modificazione tendente all’ampliamento del numero dei deputati, portando la cifra degli abitanti da centomila a ottantamila. Mi pare che la tesi dell’onorevole Perassi avrebbe validità soltanto se noi accettassimo un criterio che personalmente mi lascia molto dubbioso, quello che i senatori possano essere eletti, da Regione a Regione, da un numero diverso di cittadini e cioè che il quoziente che stabilisce il rapporto fra il numero dei senatori e il numero dei cittadini possa variare da Regione a Regione. Il sistema di elezione dei Deputati e la formazione delle liste elettorali e dei collegi elettorali sarebbero regolati dalla legge elettorale, essendo opportuno che i particolari di questa materia non siano pregiudicati da disposizioni aventi la rigidità delle norme costituzionali. Ma vi è di più. All’opinione pubblica farebbe assai buona impressione una riduzione degli organi dello Stato, anche in riferimento alla situazione finanziaria del Paese. Noi vogliamo fare invece un deputato per ogni ottantamila abitanti. A me pare gravissimo errore dare ai membri dei Consigli regionali la facoltà di eleggere un terzo dei senatori. Quindi, se nella Costituzione si stabilisse la elezione di un Deputato per ogni 150 mila abitanti, ogni cittadino considererebbe questo atto di chirurgia come una manifestazione di sfiducia nell’ordinamento parlamentare. Quanto al costo per il funzionamento del nuovo sistema rappresentativo, fa osservare che, anche se esso dovesse aggirarsi intorno ai due miliardi, non sarebbe così eccessivo come sulle prime può sembrare. n. 14, 2/2007. Find the perfect parlamentari stock photo. Domando scusa, ma devo insistere nelle spiegazioni date prima. L’onorevole Lami Starnuti aveva accennato, comunque, nel corso di quella lunga discussione, che egli accettava senz’altro che si desse la precedenza all’ordine del giorno Nitti. Il testo della proposta di legge costituzionale prevede la riduzione del numero dei deputati da 630 a 400 e la riduzione del numero dei senatori elettivi da 315 a 200. Referendum popolare previsto dall’articolo 138 della Costituzione sul testo di legge costituzionale recante: «Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari», approvato dalle due Camere e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, serie generale, n. 240, del 12 ottobre 2019. La diminuzione del numero di Deputati renderebbe più difficile fare poi una buona legge proporzionale. Propone frattanto che sia eletto un senatore per ogni 200.000 abitanti. La Regione rimane, dal momento che l’avete votata. Faccio presente questo inconveniente. Sapete l’America quanti senatori ha per ogni Stato? NORMATIVA [111] GIURISPRUDENZA [20] Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari. Nitti. Parlerò brevemente del progettato metodo di formazione del futuro senato. Numero di parlamentari e composizione delle due Camere Il principio di base su cui è stato determinato il numero dei parlamentari è la proporzione fra cittadini e parlamentari. – Grassi Giuseppe, liberale, pensa che si possa accettare il principio che ciascuna Regione elegga un numero fisso di cinque Senatori e inoltre un Senatore per 200 mila abitanti o per frazione superiore ai centomila abitanti. Cosa succede se vince il sì . Confronto internazionale sul numero dei parlamentari La Costituzione italiana prevede un totale di 945 parlamentari (630 deputati e 315 senatori). E quindi si ammette che non si possono unire arbitrariamente due Regioni per eleggere i senatori quando si è votato il criterio dell’uninominalità. Non è favorevole alla proposta dell’onorevole Cappi e tanto meno al concetto espresso dall’onorevole La Rocca che non si debba abbandonare l’abitudine del popolo italiano ad avere 500 e più Deputati. Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione. Due. ... (art. – Nobile Umberto, indipendente eletto con i comunisti, si dichiara favorevole ad una norma per la quale il numero dei Deputati dovrebbe essere ridotto a circa 300. Modifiche alla Costituzione in merito alla riduzione del numero dei parlamentari Nella foto Riccardo Fraccaro Photo Fabio Cimaglia / LaPresse 07-02-2019 Roma (Italy) Politic Senate. (Commenti). n. 13, 1/2007 Il pensiero costituzionale di Albert Venn Dicey. La revisione puntuale sulla riduzione del numero dei parlamentari nella XVIII legislatura (ovvero del modificare la Costituzione per punti agili) di Marta Ferrara.