ALDA MERINI Lettere dalla follia Per Alda Merini fu il tempo della segregazione e della morte civile, quello che non lascia spazio al futuro e ti trascina in un luogo indicibile. Poche donne sanno ammettere questo desiderio così femminile e così tenero, perche hanno paura ormai dell'inevitabile condizione di debolezza in cui sarebbero costrette se accettassero, come facevano le nostre nonne, questa conseguenza così naturale. Oggi parliamo di Alda Merini, all’anagrafe Alda Giuseppina Angela Merini, nata a Milano nella primavera del 1931 e morta nell’autunno del 2009. ... Andrea Giampietro 18,886 views. Bucolica Georgica et Aeneis ex cod. Ritmo, eleganza e semplicità, e soprattutto un significato. Alda Merini dettò questa lettera il 28 ottobre 2009, a tre giorni di distanza dalla sua morte. io trovo ogni parola... come dire potente... ... determinazione ed enfasi di un Amore che distrugge ogni barriera con forza... Alda Merini...è poesia pura nel cuore di tutti noi... una delle poesie più belle di alda merini, d'accordo con chi ha visto la semplicità dei termini... ma non è solo questo è anche i sentimento forte che sa dettare le parole... a volte sono più le pause ad esaltare il verso... e tutto questo "dettato" è grande perchè è grande il cuore che lo detta, Subliminale, amore declamato con la forza della passione, struggente dichiarazione. Ci promettemmo il sempre degli amanti, certi nei nostri spiriti divini. L'illusione era forte a sostenerci, ci reggevamo entrambi negli abbracci, pregando che durassero gli intenti. Per questo, anche d’estate rimane in città. Non fu solo una scrittrice e “poeta“, come lei stessa amava definirsi, ma anche una bravissima aforista. Mi hai resuscitato dalle scarse origini con richiami di musica divina, mi hai resa divergenza di dolore, spazio, per la tua vita di ricerca per abitarmi il tempo di un errore. La notizia mi raggiunse a sera, mentre rientravo da un viaggio in America Centrale, e a comunicarmela era un giornalista che naturalmente voleva intervistarmi, riconoscendo la vicinanza che la poetessa aveva testimoniato a più riprese e in pubblico nei miei confronti. ma veramente trovate questa poesia semplice? Alda Merini La follia è una zona di passaggio tra la fantasia e la realtà , un limbo nel quale è difficile capire cosa si è o cosa si dovrebbe essere. Poesie scelte: ALDA MERINI, Lettere. Vogliamo raccontavi la sua storia, non la storia della famosa poetessa che tutti voi già conoscerete ma la storia di una madre, una madre un po’ particolare… L’ultima lettera di Alda Merini 14 Novembre 2011 14 Novembre 2011 editore Catechesi , Giovani , In evidenza , Interscambio , Linguaggio , Primo Annuncio , Spiritualità Il 1° novembre di due anni fa si spegneva all’ospedale San Paolo di Milano Alda Merini. Lettera di Alda Merini al Papa. Poesia d’Amore, “Lettere” di Alda Merini Alda Merini racconta in questa poesia la fine di un amore e la disperazione di dover vivere l'abbandono. Alda Merini - Tra le … L'ultima lettera di Alda Merini Il 1° novembre di due anni fa si spegneva all'ospedale San Paolo di Milano Alda Merini. virorum dissertationibus illustrata. Alda Merini aforismi. Un bellissimo vergine viticcio da allacciare al mio tronco. Venerdì 23 dicembre 2011 ho ricevuto una lettera meravigliosa dallo scrittore e editore Arnoldo Mosca Mondadori con cui condivido l'amore per Alda Merini. Sua Santità Benedetto XVI. Visualizza altre idee su citazioni, parole, riflessioni. Studio Bibliografico Apuleio - P.I. (La definizione “peninsulare” è di Manganelli, come risulta da una lettera di Alda Merini a Oreste Macrì, che risale a quando ancora non si vedevano, pur amandosi). Queste poche frasi, tratte da una lunga lettera che Alda Merini scrive a Michele Pierri il 18 ottobre 1983, una delle sue tante lettere, può darci un’idea della intensità e altezza di questo rapporto. 29-30, in: PAOLO ALBANI - PAOLO DELLA BELLA, Mirabiblia – Catalogo ragionato di libri introvabili, Bologna, Zanichelli 2003, p. 22. La lettera è un cammino inviolabile Ci sono lettere che non partiranno mai E lettere che sono partite da anni. 21-lug-2015 - Esplora la bacheca "UNA DONNA SPECIALE: ALDA MERINI" di Anima Di Luce, seguita da 183 persone su Pinterest. Ecco "Buon Natale" e "Natale 1989" (pagina 10) Ma il mio cuore trafitto dall'amore ha desiderio di mondarsi vivo, e perci�, dammi un figlio delicato! Alle ferie d’agosto preferisce le passeggiate languide lungo i canali. Una poesia di straordinaria e sorprendente bellezza. Stupenda poesia. Come e perché c’era finita? Nicola Castellana 1,896 views. Alda Merini è stata internata al manicomio Paolo Pini di Milano dal 1965 al 1972. L'illusione era forte a sostenerci, ci reggevamo entrambi negli abbracci, pregando che durassero gli intenti. Grande Alda, le sue opere mi hanno sempre affascinato ed anche e soprattutto mi insegnato qualcosa di importante sulla vita! Ed eccomi qua a leggerla ancora una volta! Non solo. E hai potuto lasciarmi, e hai potuto intuire un'altra luce che seguitasse dopo le mie spalle. 2:44. Ed è contro le vacanze. Alda Merini Alda Merini Poetessa italiana. Alda merini sa esprimere la degna finalità per le donne di quest'amare difficile come molti amori sono : un figlio desiderato. Dedicata a tutti coloro che pensano che la poesia sia vanno alla ricerca spasmodica di parole ad effetto e frasi assurde dimenticando che ciò che scriviamo se non ha un'anima non può essere poesia. Ha esordito nel 1953 con La presenza di Orfeo seguito da Paura di Dio (1955), Nozze romane (1955), Tu sei Pietro (1961). Ma questo desiderio biologico fa parte della condizione e del soffrire femminile ed anche il negarlo, come si usa oggi, in nome di una presunta e non effettiva maggiore libertà per ora non ci rende, mi pare più felici. LETTERA DI ALDA MERINI ad ADRIANO CELENTANO - Duration: 5:09. Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 6 marzo 2012 Brani scelti: UMBERTO ECO, Riflessioni sulla bibliofilia, Milano, Edizioni Rovello 2001, pp. seguiteci sulla pagina Facebook Voglia di libertà Sull’Alda dei “lunghi attimi liminari”, la donna del manicomio e della sofferenza, sono stati scritti fiumi e fiumi d’inchiostro. - Continua su Wikipedia. L’ho fatto anche per esorcizzare le mie paure. Rivedo le tue lettere d'amore illuminata adesso da un distacco, senza quasi rancore. Tomus primus ( - tertius). Semplicemente fantastica. Pensieri e frasi di Alda Merini su manicomio e follia | Parole per l'Anima "Si va in manicomio per imparare a morire"Alda Merini Una grande poetessa contemporanea la cui vita fu duramente segnata dall'esperienza del manicomio. Traduzione dal russo di Pietro Zveteremich. Rivedo le tue lettere d'amore illuminata adesso da un distacco, senza quasi rancore. La poetessa lo fa con grazia ed eleganza, manifestando tutto il suo dolore. Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato. Il Dottor Zivago. Gli anni Sessanta e Settanta furono per la poetessa che tutti ammiriamo il tempo senza pace e della confusione mentale. E mi hai lasciato solo le tue lettere, onde io le ribevessi nella tua assenza. Alda Merini: lettera al dottor G. Alda, come un raggio di luce illumini paesaggi bui e polverosi acquietatisi dentro di me. E … La sua vita, travagliata e vissuta con difficoltà nei primi anni per via della guerra, poi per motivi gravi di salute, è testimoniata attraverso gli scritti di Alda Merini: frasi che racchiudono attimi di fragilità emotiva. Vorrei un figlio da te, che sia una spada lucente, come un grido di alta grazia, che sia pietra, che sia novello Adamo, lievito del mio sangue e che dissolva pi� dolcemente questa nostra sete. Dopo un ventennio di silenzio segnato da una dolorosa malattia e dall’esperienza dell’ospedale psichiatrico, è tornata alla … Uno scritto stupendo: Lettera al medico in manicomio di Alda Merini . Poesie di Natale di Alda Merini: scopri i testi di una delle poetesse italiane più importanti. Cookie Policy (function (w,d) {var loader = function () {var s = d.createElement("script"), tag = d.getElementsByTagName("script")[0]; s.src="https://cdn.iubenda.com/iubenda.js"; tag.parentNode.insertBefore(s,tag);}; if(w.addEventListener){w.addEventListener("load", loader, false);}else if(w.attachEvent){w.attachEvent("onload", loader);}else{w.onload = loader;}})(window, document); Oscar Wilde - Sonetto: avvicinandomi all'Italia - 1881, Ugo Foscolo - Ultime lettere di Jacopo Ortis - 23 Dicembre 1797. Dopo un ventennio di silenzio segnato da una dolorosa malattia e dall’esperienza dell’ospedale psichiatrico, è tornata alla … Tito Zauli 20,256 views Non ho parole per questa poesia. LETTERA/1 – Qui è nata e vissuta Alda Merini Il poeta è sempre in vacanza. Grazie Ada, per questi illuminanti versi. Lettere al dottor G è un libro in prosa, alternato da alcune liriche, chiaramente autobiografico, scritto sotto forma di lettera e di diario della scrittrice italiana Alda Merini. Alda Merini (Olycom) Il 1° novembre di due anni fa si spegneva all'ospedale San Paolo di Milano Alda Merini. Alda Merini in : "Francesco. PASTERNAK BORIS LEONIDOVIC. Canto di una creatura" Alda Merini in : "Francesco. Lo grido ad ogni vento gemmando fiori da ogni stanco ramo, e fiorita son tutta e di ogni velo v� scerpando il mio lutto perch� genesi sei della mia carne. ... Lettera di Sant’Agostino all’uomo per amare una donna in pienezza e per sempre; Il matrimonio, lettera a due sposi, maggio 1943 - Dietrich Bonhoeffer; Alda Merini Alda Merini Poetessa italiana. "Mieterai dolci ombre alle mie luci"... mieti luci alle mie ombre. Concordo al 100% con Alessandro, quante persone pensano che la poesia sia un insieme di verbi all'infinito e termini aulici a formare continue metafore il cui senso è per lo meno discutibile... invece è questa la poesia. È diversa da molte altre poesie sull'amore, perchè qui ho trovato una conclusione, un senso del tempo perfetti e leggendola mi son sentita appagata. penso che ogni mio commento non riesca a dare giustizia a un opera cosi piena di qualsiasi sentimento la vita ti possa dare. Seguici. La notizia mi raggiunse a sera, mentre rientravo da un viaggio in America Centrale, e a comunicarmela era un giornalista che naturalmente voleva intervistarmi, riconoscendo la vicinanza che la poetessa aveva testimoniato a più riprese e in pubblico nei miei confronti. Alda Merini. È come se avessi messo nel mio cervello la spina di una corrente che si era raffreddata. Poche donne sanno ammettere questo desiderio così femminile e così tenero, perche hanno paura ormai dell'inevitabile condizione di debolezza in cui sarebbero costrette se accettassero, come facevano le nostre nonne, questa conseguenza così naturale. Semplice, delicata, diretta. Ecco le sue parole... Credo che Alda si meriti questo altare, lassù,…