I colori societari sono ancora il giallo e il rosso, la squadra teramana infatti assumerà i colori biancorossi solo nella stagione successiva quando l'A.S. Successivamente arrivano le prime due sconfitte di Ancona e Civitanova al giro di boa, ma ad anno nuovo il Teramo si riprende subito con 3 vittorie di fila prima del pari (1-1) casalingo con la Sambenedettese. Nel 1928, finalmente, viene individuata un'area sulla quale allestire un terreno di gioco. La stagione termina con la salvezza agguantata alla penultima giornata (0-0 in casa col Padova e il 13º posto). Passato il fragore dei cannoni ed il terrore della “inutile strage” della Grande Guerra, il Paese ricomincia a vivere e con esso il calcio. Ha allenato solo nel precampionato per la rinuncia da parte della lega all'effettuazione del torneo a causa della mancanza di squadre, Categoria:Allenatori della S.S. Teramo Calcio, Categoria:Presidenti della S.S. Teramo Calcio, Categoria:Calciatori della S.S. Teramo Calcio, Società Sportiva Teramo Calcio 2019-2020, Teramo entra nella storia: 0-2 a Savona, tre punti che valgono la serie B - Cronaca - il Centro, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Società_Sportiva_Teramo_Calcio&oldid=117099783, Template Webarchive - collegamenti all'Internet Archive, Senza fonti - società calcistiche italiane, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, 1932-1933 - 1º nel campionato di Prima Categoria, 1939 - Il sodalizio cambia la denominazione in, 1944 - Alla ripresa delle attività agonistiche, la società assume la denominazione di, 1945 - Il sodalizio cambia denominazione in, 1948 - La società assume la nuova denominazione di, 1955 - La società cambia la denominazione sociale in, 1957 - Il sodalizio assume la denominazione sociale di, 1968 - A fine campionato, a seguito della fusione tra, 1973 - La società cambia la denominazione sociale in, 15 luglio 2008 - A fine campionato, il Teramo Calcio non rinnova l'iscrizione al campionato successivo per motivi finanziari e viene radiato dalla. Nessun problema per la prima squadra: negativi gli ultimi tamponi effettuati. Dal 2017 nelle partite casalinghe la squadra è accompagnata in campo dalla mascotte, un diavoletto appunto, chiamato in dialetto dai tifosi "Sajettino" (peperoncino).[16]. Nessun patema d'animo questa volta, i biancorossi si dimostrano una buona squadra che arriva a fine campionato al settimo posto. In seguito un pareggio e due sconfitte consecutive certificano il calo della capolista, messo a tacere dalla vittoria con il Riccione (2-1) che ipoteca il campionato e dal pari di Atessa (1-1) del 29 aprile, che porta così la squadra stessa a vincerlo con una giornata d'anticipo. A questo punto della stagione i punti di vantaggio sulle rivali sono 4 sulla stessa Samb e 5 sull'Ancona. 1967/68: il Teramo ci riprova. Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. Chiamato Nofri al suo posto, la squadra continua a stazionare nella zona bassa (15 punti in 13 partite) e si decide di richiamare Zauli, che riesce a fare peggio della prima esperienza (4 punti in 7 partite). La Serie C è un campionato difficile, formazioni come Foggia, Crotone, Avellino, Lecce, fanno davvero paura e i biancorossi non riescono ad ingranare. Sul piano campionato almeno le cose non peggiorano, il Teramo chiude a metà classifica assicurandosi la salvezza. Nella stagione successiva c'è aria di rivoluzione: il campionato di IV serie si sdoppierà, nascerà infatti un campionato di IV serie di prima categoria o di “Eccellenza”, al quale parteciperanno le squadre classificatesi dal secondo al sesto posto, mentre, ovviamente accederà direttamente in Serie C la squadra prima classificata. Nonostante un ottimo campionato di C2 (2007/2008), conclusosi con l'ottavo posto, l'ombra del fallimento, che aleggiava già un anno prima, si è materializzato e ha costretto la società a ripartire dalla Promozione. L'undici titolare era: Servili, Arno, Facci, Castelli, Terlizzi, Carrozzieri; Faieta, Biso, Bagalini, De Angelis; Margheriti (Pasca), Myrtaj. Nel dopoguerra la stella dell'Interamnia si spegne e la squadra prende il nome di Libertas Teramo ritrovando nella Prima divisione la seconda squadra di Giulianova, mentre il Giulianova Calcio militava in serie C. Nel dopoguerra solo il “Messaggero” ricominciò a piccoli passi, ad interessarsi di calcio giocato ma nonostante ciò i risultati e gli incontri di quegli anni sono scarsamente raggiungibili ai posteri. Ora Teramo ha una società di calcio ed anche un terreno di giuoco e così, il 27 ottobre 1929, alle ore 15.00, viene inaugurato il nuovo impianto sportivo, il "Comunale". Il campionato parte con tre vittorie di fila (contro Cesenatico, Venafro e Luco Canistro), poi due pareggi e la pesante sconfitta di Santarcangelo. Quest'ultimo difficilmente potrà essere dimenticato dai teramani negli anni a venire, protagonista della magica notte di Ascoli. In general this is a remix of chess, checkers and corners. Il campionato di Promozione sembra ormai una pura formalità, infatti il Teramo chiude i battenti al primo posto con 54 punti. Il Presidente della Libertas Teramo, Ernesto Fumo, ed alcuni componenti dell'A.S. Molte le critiche per lo smantellamento della squadra, il Presidente Carmine Pedicone impone a tutto lo staff tecnico la ferma volontà di far ritornare nel glorioso Comunale l'ex Pulitelli, reduce da una stagione non entusiasmante ad Alessandria. 1993/94: si torna in C. Mister Ammazzalorso e un organico di grande prestigio riportano il Diavolo, alla fine di un entusiasmante testa a testa con la Ternana, nella serie che gli compete. To use this site, please enable Javascript. Società Sportiva Teramo Calcio; Stagione 2016-2017; Allenatore: Lamberto Zauli (fino al 15/09/2016) Federico Nofri Onofri All. Sempre accesi i derby di campionato e coppa Italia con gli acerrimi nemici del Giulianova, indimenticabile il gol su punizione di Ciarrocchi sotto la Est nel derby della stagione 1995/1996, Fabrizio Grilli che partita dopo partita entrerà nel cuore dei tifosi, divenendo una vera bandiera (forse l'ultima) del calcio teramano. Calcio d’inizio anticipato per l’ultimo match casalingo del Matelica che sabato 19 Dicembre sfiderà il Carpi all’Helvia Recina alle ore 15:00. Le formazioni che si classificheranno oltre il sesto posto invece parteciperanno ad un campionato di IV serie definito di seconda categoria e quindi subiranno una retrocessione. In casa Teramo l'ambiente è euforico, la Teramo Calcio è stata ammessa in Serie C dopo un lungo periodo. Arrivano però gli attaccanti Bucchi, Lazzarini, Masini e Berra (poi ceduto all'Angolana a gennaio), i centrocampisti Valentini, Traini, Laboragine, Petrella e Vitone e i difensori Ferrani, la coppia centrale ex Gaeta Calabuig-Speranza e i vari Chovet, De Fabritiis, Filipponi e l'estremo Serraiocco. Nella stagione successiva (1947/48), la S. S. Teramo milita nel girone Q e la società punta nuovamente su elementi locali, teramani veri pronti a vender cara la pelle indossando la casacca della propria città. I biancorossi infatti si dimostrano una buona squadra ma senza quel quid che può fargli fare il salto di qualità. Altre rivalità sono con Ascoli, Chieti, Foligno, L'Aquila, Ternana, Sambenedettese, Rimini, Fano, Fermana, Maceratese, Civitanovese, Anconitana Jesina e Viterbese. - All rights reserved. After receiving the request we will send the iframe as an e-mail reply. Senza i due attaccanti e senza il ds Di Giuseppe squalificato, la squadra staziona nelle parti medio basse nella prima parte del campionato, ma al giro di boa alcuni risultati utili consecutivi (bella la vittoria a Pisa per 2-1) fanno tornare la squadra abruzzese nella parte sinistra della classifica. Le amicizie, non veri e propri gemellaggi, attive sono quelli con gli ultras di Martina Franca e di Perugia (attivo soprattutto negli anni novanta tra i Mods e gli Ingrifati per la condivisa rivalità con la Ternana). A fine stagione salutano Vivarini e i giocatori Perrotta, Cenciarelli e Amadio. Si allestisce una buona squadra e nulla fa presagire che, a fine campionato, si dovrà disputare un “tragico” spareggio per non retrocedere tra i dilettanti. Un campionato di tutto rispetto quindi, il Teramo chiude la stagione al terzo posto con 44 punti dietro a Rimini e Parma. Il suo successore Fiorucci raccoglie una sola vittoria in mezzo girone di ritorno e richiamare Gabetta non servirà, nonostante i risultati buoni, a cambiare una situazione compromessa. La terza divisa è solitamente di colore grigio, blu o nero con lo stemma del Teramo e linee biancorosse, calzoncini e calzettoni neri o rossi. La prima amichevole disputata dal Teramo è quella del 10 agosto 1983, contro l'Ascoli. L'ambiente è elettrico, il Comunale è stracolmo e sono moltissimi i tifosi arrivati dalla città costiera. Il Giulianova, accompagnato da centinaia di tifosi (meno numerosi i teramani) vince per 2 a 0 e, vincendo anche col Molfetta, riesce a salvarsi. La stagione 2004/2005 si apre con la sconfitta interna contro la Fermana e l'esonero di Zecchini avvicendato da Luciano Foschi. 2017-2018 Groupama Luigi Di Battista & C. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 5 dic 2020 alle 17:07. Disputa le sue gare interne nello stadio Gaetano Bonolis. Nell'agosto del 1930 l'ormai fallita A.S. Teramo diventa Associazione Sportiva Società Ginnastica Gran Sasso Teramo, dal nome della “Società per l'Educazione fisica e Sport Gran Sasso d'Italia”, alla quale gli appassionati di calcio teramani si erano rivolti per allargare il campo delle proprie attività sportive creando una sezione calcio. Tra le gare disputate in questa stagione c'è da ricordare il pareggio per 0-0 al Marassi contro il Genoa e l'1-1 del ritorno, nonché il 3-2 contro la Fermana (a fine primo tempo si perdeva 0-2). Nel frattempo c'è un campionato da onorare e, nonostante le difficoltà societarie, i giocatori devono dimostrare ancora una volta amore ad attaccamento alla maglia. Lo spareggio di fine campionato con il Termoli è il prezzo da pagare: i biancorossi si dimostrano una grande squadra andando a vincere sul campo ospite nella gara di ritorno. Niente Serie D, quindi, neppure per l'Interamnia, costretta a retrocedere dopo una sola stagione. Clamorosi gli arrivi di Canzanese e Bruno Del Pelo. I biancorossi disputarono una stagione fantastica (1955/56), vincendo su campi difficili e confermando la loro superiorità tra le mura del Comunale. Grande entusiasmo per il primo “Open Day” della Divisione Femminile: iscriviti! Tra gli altri gruppi presenti sui gradoni della Curva Est nel corso degli anni ricordiamo Mods, Teste Calde ed il Commando Ultras Curva Est. Da lì in poi, tra alti e bassi, il Diavolo disputa un campionato di buono livello e grazie a prestigiose vittorie fuori casa raggiunge nuovamente la zona play-off. Richiamato Zecchini, la squadra risale dapprima la classifica arrivando al quinto posto con cinque vittorie consecutive a cavallo del giro di boa, per poi subire un crollo nel ritorno. Due giocatori della squadra giovanile del Teramo calcio, partecipante al Campionato Primavera 3, sono risultati positivi al Covid-19 ad un tampone effettuato ieri, in seguito alla sintomatologia emersa da uno dei ragazzi che viveva nello stesso appartamento. Il colore della seconda livrea del Teramo è rosso con fregi bianchi in basso e sul colletto, calzoncini e calzettoni rossi. Sul fronte campionato tutto è pronto per iniziare. I biancorossi arrivano al terzo posto, a solo tre punti dal Modena, sfiorando così la Serie B. Un anno indimenticabile che ancora oggi riecheggia nella memoria calcistica della nostra città. Anche i colori sono quelli che ancora oggi ci appartengono, il bianco e il rosso, i colori di Teramo. Nelle ultime stagioni, il sostegno nelle trasferte ed in casa viene garantito da gruppi posizionati nel settore Distinti: 1913, Club 1913 Spartaco Piotto e Club Biancorosso. Tutti gli aggiornamenti web sulla squadra direttamente da SSC NAPOLI Dopo tre anni di attività calcistica l'Interamnia confluisce nella più vecchia società per portarvi nuove energie e per tentare di riportare il calcio teramano nelle categorie che contano. TERAMO – Al via la stagione sportiva 2018/19 del gruppo biancorosso all’indomani del raduno effettuato nella giornata di ieri, 18 luglio presso l’Albergo ristorante “Val Vomano”. Grandi protagonisti della stagione sono l'indimenticato portiere Fabrizio Grilli che vestirà la maglia del Diavolo per tante stagioni ancora, il beniamino Massimo D'Aprile, il giuliese Ciarrocchi, il bomber Pino Tortora e Marcello Di Giuseppe, solo per citarne alcuni. ESCLUSIVA - Federico (DS Teramo): "Non ci poniamo limiti. Egli però si rivela un uomo serio e molto preparato e lascerà Teramo, a fine stagione, nel generale rimpianto. La società, dopo il campionato, è invisa alla maggior parte dei teramani. Il record di gol di coppia appartiene a Donnarumma-Lapadula che nel campionato di Serie C 2014-2015 segnarono complessivamente 44 reti.[20]. Sono anni di grande genuinità quelli, anni di un calcio sano e divertente, anni che verranno rimpianti non molto tempo dopo. Il Teramo esce dal commissariamento e viene preso in braccio dal nuovo arrivato Giovanni Cerulli che sarà il Presidente del Teramo per diversi anni a seguire. Il Teramo invece, per la stagione successiva, dovrà ancora militare in Prima Categoria, lottando per conquistare il posto che merita. Il derby non è la partita ideale in questi casi ed infatti la strada per la C1 è quanto mai difficile. La Verdebosco S.r.l. Nella stagione che segna il passaggio dagli anni settanta agli ottanta il Teramo deve affrontare una grossa crisi. A fare compagnia ai biancorossi invece Salernitana e Casertana. Squad size: Il Teramo ha collezionato 18 stagioni a livello regionale. Ercole De Berardis, presidente del Teramo, si affida a lui per puntare decisamente al salto di categoria. Ultime news sulla SS Teramo calcio, informazioni sul campionato della squadra biancorossa.Tutto sulle partite dei biancorossi, come seguirle in diretta, tabellini ma anche calciomercato e altre novità che riguardano la squadra e la società. Abruzzesi non a caso alle spalle di Bari e Ternana con 17 punti Intanto Bruno Piccioni abbandona il calcio attivo, con la maglia del Teramo ha disputato la bellezza di sette stagioni, 233 partite, ed ha realizzato complessivamente 11 reti. L'ultima stagione dell'era Campitelli vede una partenza abbastanza negativa(4 punti in 6 partite) e l'allontanamento di Zichella.L'avvento di Maurizi porta un miglioramento dei risultati e mercato di riparazione(arrivano Infantino,Polak,Sparacello e Celli) risulterà decisivo nel girone di ritorno per la salvezza diretta con scontri diretti vinti in trasferta(Ravenna,Albinoleffe e Giana) e in casa(Rimini e Vis pesaro). Nel secondo match il Teramo doveva affrontare il Fano. In quella stagione il Teramo milita nella Seconda Divisione Marche Umbria Abruzzo senza grandi risultati, anzi, una profonda crisi economica e societaria ostacola il cammino dei biancorossi. Ai play-off liquida 1-0 la Jesina in semifinale, ma nel finale di girone perde una brutta partita col Rimini (1-3) dicendo addio al sogno promozione. Nella rosa biancorossa milita anche il diciottenne Enrico Chiesa che negli anni a venire diventerà uno dei più grandi attaccanti del panorama italiano. Leggi su Sky Sport l'articolo Caos Napoli, società contro giocatori: 'Ci tuteleremo, ritiro non era punitivo' La rosa però è destinata a cambiare: assieme a Chiodi e Zanetti, infatti, parte anche il bomber Pulitelli ceduto all'Alessandria per una grossa cifra. Cerulli assicura che il Teramo, patrimonio di tutta la città è in mani sicure. La salvezza arriva con la vittoria casalinga contro la Lucchese per 3-0 e un ottavo posto finale a 43 punti. La crisi però si risente anche nello spogliatoio, con stipendi mai pagati e mensilità arretrate. A partire dalla fondazione del club a oggi, oltre 700 calciatori hanno vestito la maglia della Società Sportiva Lazio, società calcistica italiana per azioni con sede a Roma. Così l'anno successivo si milita ancora in Promozione con l'unico obiettivo di tornare in IV Serie. Il 25 agosto 1929 viene fondata l'Associazione Sportiva Teramo, società con proprio statuto, che il 5 settembre si riunisce in Assemblea generale ed elegge il proprio Consiglio Direttivo. Manager Age: 42 Years Appointed: Aug 21, 2020 Contract expires: Jun 30, 2021 Salvo dopo aver vinto i play-out. L'esito positivo della trattativa sancisce la fine dell'era Campitelli durata 11 anni. La situazione finalmente si sbroglia nel 1990. Lino Nisii invece affianca il gruppo dei “nuovi”. Il Teramo nonostante un campionato non esaltante riesce ad acciuffare l'ultimo posto utile per disputare i play-off, persi un'altra volta questa volta contro il Rimini. Una volta tanto nella stagione 1958/1959 il Teramo parte senza problemi economici. L'A.S. Seconda amichevole al Comunale il 3 novembre 1929, contro la Cluana Portocivitanova; più che il risultato finale (4-0), da segnalare il particolare curioso che la squadra teramana indossa una casacca giallorossa. Tuttavia, nel periodo 1920/1924, il calcio teramano non riesce a decollare, limitandosi ancora ad attività di gare amichevoli. Cannoniere ancora una volta Mario Orta, autore di 47 reti in due stagioni (30 in Promozione e 17 in Eccellenza). Esso ha accompagnato i biancorossi sia nelle partite del Vecchio Comunale, sia nel Bonolis. Il bellissimo campionato disputato dai biancorossi nella stagione 1974/75 ha creato intorno alla società ed intorno alla squadra un entusiasmo che resiste alla parentesi estiva e si proietta anche nella stagione successiva. La Serie C1 è al sicuro. I risultati continuano ad arrivare anche a inizio girone di ritorno (da ricordare la vittoria di Canistro 3-0), ma un alcuni alti e bassi di troppo fanno sì che la società arrivi ad esonerare Cifaldi dopo la sconfitta di Recanati (3-1) per far posto ad Aldo Ammazzalorso (tornato a Teramo a 16 anni dall'ultima vittoria del campionato). I teramani però dovranno aspettare poco: verso la metà del 1936 uno “storico” telegramma di Francesco Paolini, grande appassionato e artefice della rinascita calcistica teramana, dà agli sportivi la notizia. La delusione in città è tanta ed a questa si aggiunge l'abbandono di Rumignani e Rodomonti che lasceranno il Teramo a fine stagione. Ma il 29 agosto 2015 con la definitiva sentenza di secondo grado della Corte d'Appello Federale della Figc, viene retrocesso in Lega Pro con una penalizzazione di 6 punti per responsabilità diretta del presidente Campitelli nel concordare col Savona la decisiva vittoria per la promozione, alla penultima giornata[8]. Teramo ; Teramo Calcio; isolamento; quarantena; PESCARA. A fine campionato molti recriminano sulla mancata fusione.