Huainanzi (II secolo a.C.). Imparerete a insinuare le vostre idee al di là delle linee nemiche, mandando messaggi attraverso piccoli particolari, inducendo le persone a giungere alle conclusioni che voi desiderate e a credere di esserci arrivati da soli. Un parere autorevole: Spesso forniamo ai nostri rivali gli strumenti per la nostra stessa distruzione. Le nuove regole della negoziazione. Non vale la pena combattere contro di voi. Share; Like; Download ... Giancarlo Polenghi, Co founder and member. Riassunto#, RIF. Robert Greene, rinforza la sua tesi: “La cultura può anche negare questa realtà e promuovere un’immagine più mite, ma noi sappiamo che è così e lo sentiamo nelle nostre ferite di guerra”. Sun-Tzu (IV secolo a.C.). Preparate una guerriglia mentale, senza permettere alcuna linea di difesa statica, nessuna fortezza esposta; rendete tutto fluido e mobile. Un parere autorevole: Metti una scimmia in gabbia, e sarà come un maiale; non perchè abbia perso la sua intelligenza e la sua velocità, ma perchè non ha spazio a sufficienza per esercitare le sue capacità. Un interessante condensato di strategia che attinge dalle esperienze del passato. Nessuna struttura regge al lungo se marcisce dall’interno. Chiunque vi circondi è un stratega a caccia di potere, che cerca di fare i propri interessi, spesso a vostre spese. Nutrite le loro aspettative e si inganneranno loro stessi. Federico il Grande (1712-1786). Un parere autorevole: Diffidate delle alleanze sentimentali quando la consapevolezza di aver agito bene è l’unica compensazione di nobili sacrifici. Mostratevi come modello di onestà, ma non lasciate mai l’unità di comando. In altre parole [lo stratega] dovrà delineare un piano di guerra..lo scopo e la serie di azioni per raggiungerlo..delineerà le campagne e, nel loro ambito, definirà i singoli ingaggi”.. •Una visione logico-meccanica, in un processo a vari piani, in cui la strategia ragiona su … Poiché nessuno può sopravvivere senza la capacità di vedere o avvertire quel che succede attorno a lui, dovete rendere difficile per i vostri nemici sapere quello che succede attorno a loro, incluso quello che state facendo voi. Una biografia strategica, Otto von Bismarck e la nascita della Germania moderna, La mucca viola. L’obiettivo in una campagna di terrore non è una vittoria sul campo di battaglia, ma creare il massimo caos e provocare l’altra parte fino a indurla a una reazione esagerata e disperata. Talvolta dovete costringervi a farvi strada in nuove direzioni, anche se questo implica un rischio. Sondando i punti deboli dei vostri avversari, potete cercare di sconvolgere le loro menti. Solo allora, quando li avrete davvero sotto tiro, potrete dichiarare loro guerra con tutti voi stessi. Winston Churchill (1874-1965). I, Le 48 Leggi del potere. Purtroppo tutti questi libri non funzionano. Un parere autorevole: Il valore di una cosa a volte risiede non in ciò che con essa si guadagna ma con ciò che si paga per avverla, in quello che ci costa. Per utilizzare i social e/o visualizzare questo contenuto devi acconsentire all'utilizzo dei cookies Accetta i CookiesAccept %CC% cookies. Questi due effetti si incastrano perfettamente in quello che noi oggi chiamiamo “guerra sporca”, dove tutto è concesso, persino l’uccisione di migliaia di civili ignari. Siete il vostro nemico peggiore. STRATEGIE: Introduzione alla Cyberwar: La guerra di sempre fatta con strumenti nuovi: SEGNALAZIONI "Lo scellerato marcisce in fortezza" Divagazioni sul Conte Felicini, gaglioffo bolognese castigato in Toscana di Gigi Monello Cesare Borgia. Abbiamo troppe informazioni a portata di mano e questo rende più difficile l’interpretazione e il processo decisionale. Our website uses functional cookies. Si chiedevano sempre che cosa avrebbe fatto Napoleone… Io non sottovaluto l’immportanza della conoscenza militare, ma se gli uomini fanno la guerra nella pedissequa osservazione delle regole, falliranno… La guerra è in continuo progresso. Allora il vostro esercito può avanzare con grande irruenza, scuotendo la terra e il cielo. Un parere autorevole: l’intera arte della guerra consiste in una difesa ben ragionata ed estremamente cauta, seguita da un attacco rapido e temerario. La sensazione di vuoto, il silenzio, l’isolamento, la distanza dagli altri, è per molti intollerabile. Carl von Clausewitz (1780-1831). L’arte di porre fine alle cose consiste nel sapere quando fermarsi, cioè senza andare mai tanto lontano da essere sfiniti né da farsi acerrimi nemici che vi coinvolgano in un conflitto futuro. the usability. Allenatevi a studiare le persone, cogliendo i segnali che mandano inconsciamente riguardo ai propri pensieri e alle proprie intenzioni più intime. Un parere autorevole: Moltiplicare piccoli successi significa acquistare un tesoro dopo l’altro. Tutti abbiamo dei limiti; le nostre energie e capacità ci possono condurre solo fino a un certo punto. Ciò che perderete in conforto e sicurezza, lo guadagnerete in sorpresa, e renderete più difficile ai vostri nemici prevedere le vostre mosse. Disturbate la concentrazione e indebolite così i loro poteri strategici. Quando affrontate problematiche o nemici, riducete il problema in piccole parti tali da poterle tranquillamente sconfiggerle. Rafforzate la mente esponendola alle avversità. Per chi non lo sapesse, per chi fa finta di non saperlo e per i duri di orecchie, +2 significa che dovete sommare 2 al vostro numero di posizione ed attaccare l’avversario corrispondente. Sun-Tzu (IV secolo a.C.). Qualsiasi tentativo di piegare qualcuno al vostro volere è una forma di aggressione. Fate che le vostre parole siano una scintilla di azione, non una contemplazione passiva. L’arte della guerra, Sun-tzu (IV secolo a.C). illustrare le strategie e le tattiche di base attualmente impiegate nelle moderne guerre. La maniera migliore di condurre la vostra causa con il minimo sforzo e il minimo spargimento di sangue è creare una rete di alleanze che si sposta costantemente, così che gli altri compensino le vostre carenze, facciamo il lavoro sporco, combattano le vostre guerre, spendano la loro energia per spingervi in avanti. Mettetevi su un “ campo di morte” con le spalle al muro, dove dovete combattere all’ultimo sangue per uscirne vivi. Quando guardate i vostri rivali, cercate di scovare dentro di loro quella fonte, il centro di gravità che tiene insieme l’intera struttura. Scoprite invece il potere di tenersi defilati e lasciare alla parte opposta la prima mossa, cosa che vi permette una flessibilità di contrattacco da qualsiasi angolatura. Infine, appena avvertite che il loro indebolimento si manifesta, schiacciate la loro forza di volontà stringendo il cappio. These cookies may track your personal data. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 23 lug 2020 alle 09:08. Ma è difficile ottenere rapidità e adattabilità al giorno d’oggi. Vi portate i nemici appresso, quando perdete. Otto von Bismarck (1815-1898). Sagome di F-16 su una falsa pista di rullaggio nella base aerea di Spangdahlem (Germania), 1985. Coinvolgeteli in alcune azioni, una crociata contro un nemico odiato. È pericoloso rispondere emotivamente, con paura, depressione o frustrazione. Fate che la vostra guerriglia sia parte di una grandiosa causa politica, una guerra del popolo, che raggiunge l’apice in un’irresistibile rivoluzione. Fate in modo che si impicchino da soli con le loro tendenze autodistruttive, lasciando voi senza macchia e senza colpa. Più preoccupanti e complesse, invece sono le battaglie sostenute contro coloro che consideriamo essere dalla nostra parte. Ho preso in mano un libro sulle strategie di guerra per migliorare un paio di cose del mio carattere. Sono stufo arcistufo di sentire troppe cose che non hanno coerenza, non ci raccontano niente che sia coerente e quindi non ci permettono di uscire dallo stato di coma sociale in cui ci troviamo. Prima che qualsiasi frizione si possa insinuare e minare i vostri piani, vi  muovete sull’offensiva e le vostre manovre implacabili obbligano il nemico a una tale frizione che questi crolla. These cookies are necessary to let our website work. Esopo (VI secolo a.C.). È nella natura della guerra, comunque, che nel tempo ogni strategia con qualsiasi applicazione possibile sarà provata e testata, cosicché la ricerca del nuovo e del non convenzionale ha un’innata tendenza a diventare sempre più estrema. FunctionalOur website uses functional cookies. Anfibie. Attuate delle manovre per controllare il pensiero del vostro nemico, stuzzicando le sue corde emotive e costringendolo a commettere degli errori. Restate sotto al radar e nessuno si accorgerà delle vostre mosse. Dovete resistere attivamente alla presa emotiva del momento; siate decisi, sicuri e aggressivi, non importa cosa vi capiti. Fare la prima mossa, sferrando l’attacco, si rivela spesso uno svantaggio: si esplicita la propria strategia limitando il raggio delle proprie opzioni. Le 33 Strategie della guerra è una guida per il gioco sociale della vita quotidiana, informata da “i principi militari in guerra”. Non lasciatevi coinvolgere: la negoziazione è una serie di manovre per il potere e il posizionamento, e dovete sempre mettervi in un punto forte che rende impossibile alla parte avversa di rosicchiarvi qualcosa durante i negoziati. Psicologo professionista, EX divoratore compulsivo di manuali Self Help. Talvolta l’ordinario è straordinario perché inatteso. Le 33 Strategie della guerra è una guida per il gioco sociale della vita quotidiana, informata da “i principi militari in guerra”. Questa strategia funziona al meglio con un trucco, la calma; la vostra azione inaspettata coglierà il nemico di sorpresa. Pensiamo ad esempio alla ai?? Quando osservate i vostri nemici, non lasciatevi intimidire dalla loro appartenenza. Per prendere qualcosa che volete, non combattete coloro che ce l’hanno, piuttosto unitevi a loro, poi lentamente impossessatevene oppure aspettate il momento giusto per mettere in scena il colpo di stato. Mirate alle loro debolezze; fate che sia una guerra dispendiosa per loro ed economica per voi. In un gruppo davvero unito, umori ed emozioni diventano così contagiosi che le truppe facilmente vengono prese dall’entusiasmo. Cercate di trovare ciò che l’altra parte nutre e protegge, è li che dovete colpire. Dall’interno, apprendete anche le loro debolezze e vi procurate opportunità di seminare il dissenso interno. Questo li spinge ad assumere una posizione difensiva, e una volta che sono così posizionati non possono più rialzare la testa per l’intera campagna. 7 Strategie Di Guerra Ita 8,628 views. Fate che premi e punizioni siano rari ma significativi. Così: siamo stati allenati e preparati per la pace, ma non lo siamo affatto per quello che ci aspetta in realtà nel mondo: la guerra. E in un mondo dove le considerazioni politiche sono sovrane, la forma più efficace di aggressione è quella meglio nascosta: quella, per esempio, celata dietro un’apparenza servile, persino amorevole. Se vuoi approfondire l’argomento non ti resta che armarti di una buona dose di pazienza e leggere il testo che, non per scoraggiarti, è scritto con caratteri piccolissimi su carta sottilissima… da perderci la vista. Comment goes here. L’obiettivo è avanzare, penetrare le loro difese e occupare le loro menti. Tenete in considerazione le implicazioni nascoste della guerra: perdita di tempo, favore politico compromesso, un nemico amareggiato deciso a vendicarsi. Altri, più difficili da individuare, fanno sottili giochi di aggressione passiva, offrendo un aiuto che on arriva mai, instillando la colpa come arma segreta. Sorprendeteli, e caos e imprevedibilità, che tutti cercano disperatamente di dominare, penetreranno il loro mondo, e nella confusione mentale che ne deriverà, le loro difese saranno abbassate si ritroveranno vulnerabili. Lasciate che siano gli altri a imbattersi nelle curve della battaglia, gustandosi piccole vittorie. I valori di armonia e cooperazione sono perpetrati in maniera sottile e non: attraverso libri in cui si insegna ad avere successo nella vita; attraverso apparenze piacevoli e pacifiche manifestate al pubblico da chi si è fatto strada nel mondo; attraverso nozioni di correttezza che saturano lo spazio pubblico. Original content here is published under these license terms: You may copy this content, create derivative work from it, and re-publish it, provided you include an overt attribution to the author(s). Napoleone Bonaparte (1769-1821). Perdete tempo prezioso fantasticando sul futuro anziché impegnarvi nel presente. Allo stesso tempo, codici etici e morali che hanno governato la guerra per secoli si sono lentamente allentati. “Combatti con metodi ortodossi, vinci con metodi straordinari”: è questa una delle massime contenute ne “L’arte della guerra”, opera attribuita al generale cinese Sun Tzu vissuto fra il VI e il V secolo a.C. , che esalta l’inganno come mezzo per sopraffare il nemico. Una guerra nucleare non sembra d’altronde cosa di cui preoccuparsi, anche se al di là del confine la Svizzera ottimizza anno dopo anno il suo apparato di difesa fatto di bunker anti-atomici, piani di evacuazione collettivi e infrastrutture minate. strategia di gioco: misure di attacco e difesa nonché di studio dell' avversario (economia) (tecnologia) (ingegneria) descrizione di un piano d'azione a lungo termine per impostare e coordinare azioni finalizzate al raggiungimento di uno scopo predeterminato AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. Dovete imparare la lezione della guerra: è la struttura dell’esercito; la catena del comando e la relazione delle parti con il tutto, a dare la forza alla e vostre strategie. Createvi un nome: siate un po’ matti. Questa guerra esiste su vari livelli, secondo la tesi di Robert Greene. Follow Published on Mar 19, 2008. Sun-Tzu (IV secolo a.C.). Di seguito la lista de Le 33 strategie della guerra, che ho estratto dal libro di Robert Greene. Un parere autorevole: Quando ti muovi, sii rapido come il vento, maestoso come la foresta, avido come il fuoco, incrollabile come la montagna. Talvolta l’incertezza è meglio di un’aperta minaccia: se i vostri avversari non sono mai certi di quanto costerà avere a che fare con voi, non desidereranno scoprirlo. Questo li riempirà del desiderio di emularvi e compiacervi. di Alessandro Portelli. Rifiutandovi di combattere, li farete infuriare e nutrirete la loro arroganza. Tieni presente che il libro è lunghissimo, supera le 600 pagine, quindi questo “riassunto” non può essere considerato esaustivo. Questo, aggiunto alla distanza geografica dagli attuali scenari di tensione, ci rende abbastanza indifferenti al tema. Un parere autorevole: Cercando costantemente il centro del potere, osando tutto per vincere tutto, si riuscirà davvero a sconfiggere il nemico. Le persone sono evasive e subdole, mascherano le proprie intenzioni, fingono d’essere al vostro fianco. Gioca Gratis ai più belli Giochi di Difesa, Giochi di Guerra Tattica e altri Giochi di Strategia di Guerra Online Gratis. Può «trasmettere» tutti i dati utili ai piani di volo e di attacco dei nuovi sistemi hi-tech. Napoleone bonaparte (1769 -1821). Le vostre battaglie quotidiane contro di lui vi fanno perdere di vista l’unica cosa che davvero conta: la vittoria finale, il raggiungimento degli obiettivi più grandi, del potere duraturo. Bisogna conoscere i propri limiti e selezionare le battaglie con attenzione. Un parere autorvole: Mantenere la calma e la disciplina mentre si aspetta il dilagare del disordine in seno alle forze nemiche è l’arte della padronanza di sé. Imparate a distaccarvi dal caos del campo di battaglia. Un parere autorevole: quando gli avversari sono riluttanti a combattere con te, è perchè pensano sia contro i loro interessi, o perchè li hai indotti a pensare questo. AnalyticalOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. A ogni costo, evitate un linguaggio statico, moralista e apertamente personale. Le campagne militari del cardinale che divenne principe Si ottiene impiegando uomini che ci informano sulla situazione del nemico. Fate loro dei regali, offrite la vostra amicizia, aiutateli nel momento del bisogno; tutto per renderli ciechi davanti alla realtà e perché si trovino insidiosamente in una posizione di obbligo nei vostri confronti. Puoi acconsentire all'utilizzo di tali tecnologie cliccando sul pulsante "Accetta", chiudendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, interagendo con un link o un pulsante al di fuori di questa informativa o continuando a navigare in altro modo. Non preoccupatevi, assicuratevi solo di aver mascherato la vostra aggressione abbastanza bene da poter negare che esiste. Insinuate in loro il dubbio: escogitate manovre che diano un ventaglio di risposte; tutte quante spiacevoli. Agendo con rapidità e determinazione vi guadagnerete rispetto, timore reverenziale e impeto irresistibile. Fatelo bene e si sentiranno in colpa per avervi accusato. La guerra sporca è politica, ingannevole e supremamente manipolatrice. L’arte sta nello scegliere gli alleati più adatti alle necessità del momento che colmino le lacune del vostro potere. In quanto debolezza umana, questa paura offre terreno fertile a una potente strategia: non offrire al nemico alcun bersaglio, essere pericolosi ma sfuggenti e invisibili, così da restare a guardare mentre l’avversario si barcamena nel nulla. Lasciate che i vostri nemici avanzino; il tempo è più importante dello spazio. Nelle strategie di guerra Usa e Nato centrale la base di Sigonella. Colpirli in quel punto significherà infliggere loro un duro colpo. Non fate mai affidamento su una strategia non ortodossa che ha funzionato in precedenza, diventa convenzionale la seconda volta. Invece, guardate alle parti che completano il tutto. La lista completa di Robert Greene. Un parere autorevole: Assicuratevi una buona reputazione e attribuitene una cattiva al nemico; proclamate la vostra giustizia e rivelate l’ingiustizia dell’avversario. Prima che la gente se ne accorga, avrete accumulato un impero. Post: 1188. Se combattete in perfetta economia potete durare più a lungo anche dell’avversario più forte. ?Guerra Freddaai??? Quindi colmate le lacune. Una guerra può essere davvero combattuta solo contro un nemico che si palesa. Lasciate che gli altri perdano la testa, la vostra forza di spirito vi guidrà senza che nessuno vi condizioni, cos’ terrete la rotta. Ricordate: un esercito motivato può compiere meraviglie, compensando ogni tipo di mancanza di risorse materiali. Tale potere si raggiunge attraverso atti sporadici di violenza che creano una sensazione di minaccia costante, incubando una paura che si propaga in tutta la sfera pubblica. Sun-Tzu (IV secolo a.C.). Sono proprietario di me stesso, e valgo ottocento dollari”. Federico il Grande (1712-1786). Colpendolo dove è più molle, scoperto e indifeso, create in lui uno shock, un momento di debolezza che potete sfruttare. I migliori accerchiamenti sono quelli psicologici; avete circondato le loro menti. Dividete le vostre forze in gruppi indipendenti che sappiano operare e prendere decisioni in maniera autosufficiente. Posted By: Berenice Giugno 12, 2019. in cui si evitA? Nel mondo politico, la causa per cui ci si sta battendo può sembrare più giusta di quella dell’avversario. Il vostro compito di stratega è capovolgere le loro aspettative. Prima di dirigere queste frecce ai vostri nemici, comunque, dovete dirigerle verso voi stessi. Riassunto#, “Le 33 Strategie della guerra” di Robert Greene. Per riuscirci dovete dare l’impressione di essere più potenti di quanto siete. L’idea che sta alla base della guerra offensiva tradizionale è semplice: attaccando per primi l’avversario, colpendo i suoi punti vulnerabili, prendendo l’iniziativa senza mai lasciarvela sfuggire, create le vostre circostanze. Create un senso di partecipazione, ma non cadete nel Pensiero di Gruppo; l’irrazionalità delle decisioni collettive. Friedrich Nietzsche (1844-1900). Un parere autorevole: Portiamo sempre la spada in una mano e il ramo d’ulivo nell’altra, sempre pronti a negoziare, ma negoziando solo mentre avanziamo. Dopo aver letto il libro Le 33 strategie della guerra di Robert Greene ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. Libri Narrativa di guerra e combattimento: tutti i prodotti in uscita, i più venduti, novità e promozioni: risparmia online con le offerte IBS. Le 33 Strategie della guerra è composto da discussioni ed esempi sulle strategie offensive e difensive di una grande varietà di persone e condizioni, applicandoli ai conflitti sociali come litigi familiari e trattative commerciali. Imparate a infliggere la colpa come arma morale. Ecco perchè i saggi nascondono la loro forma nel nulla e lasciano che le loro menti si liberino nel vuoto. Questa è l’essenza della guerriglia. La vita è una battaglia interminabile, un conflitto senza tregua; non si può combattere sul serio fino a quando non si individuano chiaramente i propri nemici.

Tom Hardy Revenant, Concorso Tonno As Do Mar, Cassandra Crossing Imdb, Noipa Non Funziona Novembre 2020, Il Centro Incidente, Sono Sartana Il Vostro Becchino Film Completo, Tv2000 Gabriella Facondo, Pizzerie Porto Recanati, Tulipani Rosa Significato,